22. 12. 2020 Tamponi di massa per rilevare la presenza del nuovo coronavirus a Capodistria il 28 e il 29 dicembre Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

I laboratori per gestire insieme il territorio hanno avuto successo

Categoria: PTC
Data di pubblicazione:

Con il laboratorio per la verifica degli obiettivi strategici dello sviluppo territoriale del comune a Dekani di martedì il Comune città di Capodistria ha terminato una serie di eventi con il titolo di Urejajmo prostor – Gestiamo insieme il territorio. Le cittadine e i cittadini hanno collaborato all’iniziativa e hanno contribuito a formare proposte per la gestione del territorio e la pianificazione futura dello sviluppo territoriale del Comune città di Capodistria.

L’obiettivo dei laboratori che si sono svolti tra il 23 gennaio e l’11 febbraio era includere le cittadine e i cittadini del Comune città di Capodistria nel procedimento di stesura del Piano regolatore comunale (PRC) che rappresenta il documento territoriale più importante della comunità locale, stimolare la loro comprensione della pianificazione territoriale, incentivare la partecipazione nella società e la coscienza del fatto che il territorio è un bene limitato, ma soprattutto comune.

»L’obiettivo che ci siamo posti è garantire uno sviluppo uniforme e bilanciato della città e dell’entroterra nel rispetto della specificità e della limitazione del territorio e delle necessità e dei desideri della popolazione. Con i laboratori abbiamo voluto informare le cittadine e i cittadini in merito alle modalità prescritte di assetto, all’utilizzo e alla tutela del territorio e conoscere i desideri delle cittadine e dei cittadini, nonché la loro comprensione del territorio e del futuro sviluppo nel Comune città di Capodistria,« ha sottolineato più volte ai laboratori il Sindaco Aleš Bržan. Anche se non c’è tanto tempo, il documento dev’essere infatti approvato entro dicembre 2021, il Sindaco crede che gli esperti, il pubblico e il comune insieme, con un dialogo tollerante e democratico, riusciranno a raggiungere tempestivamente l’obiettivo preposto.

Il Comune città di Capodistria ha realizzato i laboratori in collaborazione con l’associazione PiNA, in sei località, e cioè a Šmarje, Sv. Anton, Dekani, Gračišče, Capodistria e Škofije. In totale ci sono stati oltre 450 partecipanti.

In ogni laboratorio i partecipanti all’inizio hanno assistito a una breve presentazione relativa alla definizione di piano regolatore e sul perché della sua necessità, sui principi di assetto del territorio e in merito alle linee guida da rispettare, ma anche riguardo agli obiettivi strategici del Comune per il futuro sviluppo territoriale. Di seguito sono stati organizzati laboratori, dove i partecipanti hanno dapprima pensato alle possibilità di sviluppo della loro città o abitato e dell’intero comune, e poi hanno ideato in gruppi anche proposte concrete che il Comune esaminerà e considererà nella stesura degli obiettivi strategici di sviluppo territoriale.

 

Le proposte sono diverse, ma il desiderio di tutti è una migliore gestione del territorio

Tra le principali proposte, soprattutto nell’entroterra, c’è la determinazione più sensata e studiata di terreni agricoli ed edificatori, mentre negli agglomerati urbani e nella città si desidera più superfici verdi, parchi e più contenuti, dedicati a diverse fasce d’età. Si desidera dare più importanza anche all’incentivazione dell’agricoltura locale e all’autoapprovvigionamento delle cittadine e dei cittadini, nonché alla conservazione dell’identità istriana. Le cittadine e i cittadini desiderano più attività nel settore di acquisizione dei mezzi europei a fondo perduto e dello sviluppo bilanciato dell’intero comune che si deve basare su una buona infrastruttura pubblica e sull’accessibilità dei servizi cruciali: questa è la base per la qualità di vita.

Queste sono solamente alcune delle numerose proposte, formulate dai cittadini ai lavoratori. Tutte le proposte verranno presentate nella relazione finale, in fase di preparazione. Tutti coloro che non hanno potuto partecipare ai laboratori, possono presentare le proposte dei loro desideri per il luogo in cui vivono entro la fine di febbraio all’indirizzo ufficiale obcina@koper.si.

 

Si prevede la bozza del PRC per marzo

Il Comune città di Capodistria presenterà la bozza del PRC, che sarà pronta presumibilmente alla fine di marzo, presso le comunità locali, di seguito la inoltrerà agli enti titolari all’assetto del territorio per l’acquisizione dei pareri. Alla fine del 2020 ci saranno l’esposizione al pubblico e il dibattito pubblico, l’approvazione definitiva del PRC si prevede invece per la fine del 2021.